In Cina, sulla nuova Via della Seta

Si torna solo per ripartire.

Appena arrivato dal Kurdistan faccio un cambio di camicia e riparto subito per la Cina. Eccomi dunque a Pechino, nella grande Piazza Tienammen, teatro di tanta storia: che emozione straordinaria! Si comincia con diverse riunioni con i vertici del Partito del Popolo. Tema dominante il rilancio della Via della Seta oggi ribattezzata “One belt, one Road” che in realtà non è solo una via di comunicazione ma un insieme di iniziative, economiche, culturali e anche infrastrutturali. L’Italia e la Cina sono civiltà millenarie che dai tempi di Marco Polo e Matteo Ricci hanno sempre trovato il modo di dialogare e di cercare insieme cose buone per i propri popoli. Anche oggi c’è tantissimo da fare: bisogna avere il coraggio e la voglia di riprendere il cammino e percorrere insieme questa nuova via della seta.
In serata cena in uno splendido palazzo della città proibita. Sì, qui non c’è dubbio, siamo nel più profondo oriente.
Domattina sveglia prestissimo e partenza per la regione interna del Sichuan.