Roberto Cociancich Senator, Attorney, Globetrotter

Home (UK)

Private Practice

Via Cappuccio, 7

20123 Milano

Italia

SZA Studio Legale

Corso Italia, 13
20122 Milano
Italia

Aromas, Blends, Taste (therefore Life ...) Why a web site

Home (UK)

The life of each of us is an extraordinary mixture of encounters, discoveries, projects, commitments, paths found and others lost, victories and defeats.

I have always tried to be curious, to be open to change, determined to achieve goals but also to let myself be challenged in front of credible people.

I like to face life openly but I know that we are not completely masters of our destiny and that it is wise to accept that the days and seasons change not only the color of the hair but also the taste with which we accept challenges.

The pages of this site try to account for this mixture of experiences that is my life, the aromas that pervaded it, the taste that I tried to define thanks to them.

Even if these pages talk about me, they want above all to pay tribute to all those I met and who agreed to share a piece of their journey with me.

IMG_5191

My cups of coffee ... what keeps me awake (and gives me the energy to live)

Home (UK)

Profession Lawyer

For over thirty years I have been practicing as a lawyer dealing with corporate and commercial law with an international profile. I accompany foreign companies that intend to invest in Italy and Italian entrepreneurs who want to expand their business abroad. To find out more, you can click above.
I consider politics one of the highest and noblest activities (an opportunity to try to give the best of oneself in favor of others) and, well aware that in many cases it has been one of the most abject, I am committed to giving my contribution for a fairer world. I was a Senator and now I am coordinator of Italia Viva in Milan.

My commitment to politics

I consider politics one of the highest and noblest activities (an opportunity to try to give the best of oneself in favor of others) and, well aware that in many cases it has been one of the most abject, I am committed to giving my contribution for a fairer world. I was a Senator and now I am coordinator of Italia Viva in Milan.
Scouting has been a teacher of life for me, a meeting place with people who have forged my way of seeing and considering my place in the world. Committing myself to education and to international relations has made me a better person.

My scout life

Scouting has been a teacher of life for me, a meeting place with people who have forged my way of seeing and considering my place in the world. Committing myself to education and to international relations has made me a better person.
Home (UK)
The experience of walking in the desert in the Goum way, leaving the superfluous, the safety, the comfort of everyday life, is for me an opportunity to verify what really matters, to rediscover the roots of the enthusiasm I had when was a boy, the depth of a spiritual experience without which I know I am lost.

The Great Goum Adventure

The experience of walking in the desert in the Goum way, leaving the superfluous, the safety, the comfort of everyday life, is for me an opportunity to verify what really matters, to rediscover the roots of the enthusiasm I had when was a boy, the depth of a spiritual experience without which I know I am lost.
Traveling across the world, crossing hills, mountains, oceans, meeting the people where they live, hope, struggle, suffer, love ... Sure. But also travel thanks to books, films, songs that carry messages from distant cultures, essential voices without which I feel that my life risks becoming impoverished.

The travels

Traveling across the world, crossing hills, mountains, oceans, meeting the people where they live, hope, struggle, suffer, love … Sure. But also travel thanks to books, films, songs that carry messages from distant cultures, essential voices without which I feel that my life risks becoming impoverished.

The Mill - Passions generate ideas

With some quality friends we decided to bring together in a large barn, or rather a mill (The Mill), the grains, the seeds of our passions, of our experiences to make them spin, meet agitated by the energy of the wind of comparison and make them fruitful and taste like bread.
Home (UK)

Coffee must be hot like hell, black like the devil, pure like an angel and sweet like love.

Charles-Maurice di Talleyrand-Périgord

Text content

Twitter

    Scusate, nessun Tweet trovato.

I miei ultimi post su Facebook

2 days ago

Roberto Cociancich

AVVERTENZA Dopo una verifica che ho condotto grazie all'aiuto di altri utenti di FB che ringrazio è risultato che la rassegna stampa sotto riportata è assolutamente inventata e dunque una vera e propria Fake News. Non la cancello solo per evidenziare come sia facile per tutti noi cadere in inganno.

"Nelle ore immediatamente precedenti al voto del 19 gennaio, così hanno scritto i principali quotidiani del mondo:

*Le Figaro*: «Conte rifiuta di assumersi la responsabilità della crisi derivante dal suo immobilismo e fa fare il lavoro sporco da Casalino».

*New York Times*: «Conte aveva il potere di costruire ma non ha resistito alla tentazione prospettata dal suo consigliere Casalino di distruggere e di asfaltare il suo nemico politico».

*Der Spiegel*: «Conte mette a rischio una storica opportunità di riformare il Paese, tenendolo nell’immobilismo» […] «Disperato, si è convinto di essere il più popolare come gli ha fatto credere il suo mentore occulto D’Alema e lotta contro l’ex-premier, in realtà ancora popolare nel paese» […] «Vuole farsi un suo partito per tenere salda la poltrona, mentre è il paese a soffrire della grave crisi economica nella quale sta affondando» […].

*Financial Times*: «Nessuno capisce le motivazioni del premier, perché non risponde a Renzi, perché abbia messo sottosopra Roma con la regia del suo inseparabile guru e maestro della comunicazione Casalino nel tentativo di rafforzare il suo potere di contrasto sul parlamento creando un suo partito personale sull’onda della popolarità acquisita con il dilagare della pandemia» […] «la crisi italiana minaccia di ostacolare il Recovery plan di Bruxelles e il presidente Conte è ancora in ritardo nel proporre il piano di resilienza richiesto sette mesi fa».

*The Guardian*: «La manovra largamente impopolare di Conte nel tenere a tutti i costi la poltrone dopo le dimissioni delle due ministre di Italia Viva arriva nel momento peggiore possibile per l’Italia e lascia gli osservatori perplessi riguardo alle motivazioni. La costituzione italiana in effetti prevede una immediata verifica in parlamento e la formazione se possibile di un nuovo governo. Non si capisce come mai il premier non abbia ancora ottemperato ai dettami della legge, poiché ci risulta che una nuova maggioranza con gli stessi partiti si troverebbe comodamente. Il sospetto è che Conte non voglia mollare la poltrone e tenga un intero paese sotto scacco con il suo immobilismo».

*Reuters*: «Conte e i due maggiori partiti il M5s e il PD che lo sostengono ha fallito nel consegnare al paese in tempi rapidi come le richiederebbe un momento così critico e delicato un piano di gestione dei fondi europei. A nulla sono servite le proteste dell’unico leader riformista Renzi, il quale viene contestato a rete unificata dagli organi di stampa vicini al governo».

*El Pais*: «L’Italia dopo aver aspettato per mesi, dopo sorprendenti quanto allucinanti tentennamenti, dopo aver buttato via quasi 7 mesi di tempo e messo a rischio l’economia del paese deve ora darsi rapidamente una mossa e trovare la formula per un nuovo governo di questa legislatura nel mezzo di una pandemia, speriamo stavolta guidato da un leader forte, autorevole e decisivo, proprio quando si decide il destino di quasi 230 miliardi di euro che arriveranno dall’Unione Europea per uscire dalla crisi e il Paese deve presiedere il G-20»."

Tratto dall'odierno articolo di Luigi Sanlorenzo su Linkiesta
... See MoreSee Less

View on Facebook

3 days ago

Roberto Cociancich

Auguri di buon lavoro Presidente Joe Biden e Vice Vice Presidente Kamala Harris! Ciò che avverrà in America nei prossimi mesi influenzerà culturalmente molto di quello che vivremo qui nei prossimi anni . Oggi inauguriamo non solo una nuova Amministrazione ma una nuova fase della politica a livello mondiale. Basta col populismo e il sovranismo torniamo al multilateralismo e alla cooperazione internazionale ... See MoreSee Less

View on Facebook

3 days ago

Roberto Cociancich

Ciampolillo non si trova! Dove sarà? Tutti lo cercano, tutti lo chiamano. 60 milioni di italiani guardano da ore con ansia spasmodica l’emiciclo di Palazzo Madama: riuscirà il Governo a tenere? I telefonini sono incandescenti.

La caccia ai “responsabili” è aperta da giorni ma ancora non ci siamo. Quota 161 voti - la maggioranza minima al Senato - appare ancora un miraggio.

Eppure il Presidente Conte non si era risparmiato: blandendo, promettendo, rassicurando: ogni argomento per convincere gli onorevoli senatori era stato speso.

La Senatrice Mariarosaria Rossi di Forza Italia, giornalisticamente nota come “la Badante di Berlusconi” aveva già graziosamente annunciato il suo Sì; anche il Senatore Cerno, eccentrico pensatore che aveva gridato il suo No! in tutte le trasmissioni televisive, si faceva cogliere dalla luce della conversione mentre rientrava a casa. Ora rientrerà nel PD (“ma senza prendere la tessera” precisa. Chissà come farà). Intanto, vi prego: andare a cercare Ciampolillo!!

Il Premier Conte, dicevo, é stato generoso, prodigo di promesse e persino di sottintesi: al Senatore Giarrusso (quello del gesto delle manette, espulso dal M5S perché non pagava la quota) aveva ricordato il compleanno di Borsellino e la lotta alla Mafia (Giarrusso non sembra essersi commosso e ha votato no), al senatore Nencini (PSI) é stata pubblicamente riconosciuta la finezza del pensiero (Nencini ha sorriso e detto Si).

Per piacere guardate se Ciampolillo é al bar della Buvette, la conta sta chiudendo!

Persino nel discorso di replica a quel perfido Renzi che gli aveva rimproverato- ma come osa, quell’irresponsabile ?! - il mercimonio di poltrone e la mancanza di un progetto politico, aveva ricordato che adesso ci saranno da nominare nuovi ministri e sottosegretari (chi-ha-orecchie-per-intendere-intenda...),

Eppure questa benedetta quota di 161 voti resta un miraggio. “Potremmo accontentarci di meno, anche di 156...” suggerisce qualcuno. “Ma come ? Con 156 voti Prodi andò a casa...” “altri tempi, altre circostanze “. “ Ma come faremo nelle commissioni? Nel Consiglio di presidenza che stabilisce l’agenda del Parlamento?” “Ci penseremo volta per volta...” “Ma non abbiamo neppure i 156!! Dannazione!

Dove è finito Ciampolillo? Proprio lui, quello che vuole curare gli alberi dalla xylella lavandoli col sapone, espulso dal M5S per i mancati rimborsi, lui, che tentò di prendere residenza tra le chiome di un ulivo, può farci questo! “ Ciampolillo non si trova, non abbiamo raggiunto neppure i 156! Che disastro... è finita....

ah no! Eccolo là che si sbraccia col fiatone in fondo all’aula, forse si era dimenticato che bisognava votare. Presidente, sia gentile! Gli dia un’altra possibilità!

Forse il piede, guardi bene, forse non il malleolo ma almeno l’alluce era oltre la linea della porta (d’ingresso all’aula) quando la conta si è chiusa. Si, si, gli conceda la moviola, gli conceda di votare, vede? Ciampolillo ha detto si! Conte è salvo! Il Governo è salvo! L’Italia é salva!

Grazie all’alluce di Ciampolillo ora affronteremo e risolveremo con determinazione e rigore i gravi problemi del Paese, il futuro dei giovani, il presente dei lavoratori, la pandemia del COVID. Viva Ciampolillo! Viva Conte! Viva l’Italia! ( Tutti escono congratulandosi l’un l’altro).
Cala il sipario, si spengono le luci.

PS: Il Senatore Ciampolillo all’uscita dal Senato , intervistato dalle televisioni, saluta la mamma, saluta l’amico Nicola e si dice pronto a fare il ministro dell’agricoltura.
(Ragazzi, è tutto vero....). Viva l’Italia (viva)
... See MoreSee Less

View on Facebook

4 days ago

Roberto Cociancich

potrete amarlo o detestarlo ma prima dovreste almeno ascoltarlo: per me un grandissimo discorso di verità sull'Italia, sulla crisi, sul nostro futuro.
In diretta dal Senato
... See MoreSee Less

View on Facebook
Home (UK)

 

When men share bread

they share their friendship.

Jean Cardonnel

 

Roberto Cociancich Senatore, Avvocato, Globetrotter

Home (UK)

Abel and Cain met after Abel’s death. They walked in the desert and recognized each other from afar, because they were both very tall.

The brothers sat on the ground, built a fire and ate. They were silent, as tired people do when the day declines.

A few stars appeared in the sky, which had not yet received its name.

In the light of the flames, Cain noticed the mark of the stone on Abel’s forehead and, dropping the bread he was about to bring to his mouth, asked that his crime be forgiven him.

Abel replied: “Did you kill me, or did I kill you? I don’t remember anymore: we are here together as before.”

“Now I know that you have truly forgiven me” said Cain “because to forget is to forgive. I too will try to forget.”

Abel said slowly:

“That’s right. As long as the remorse lasts, the guilt lasts.”

Jorge Luis Borges

Home (UK)